Fuori curriculum

1) Ero in seconda superiore e la classe era completamente sguarnita. Aiutato da un compagno, sollevai la cattedra del prof e la gettai dalla finestra dal quarto piano: fece un botto pazzesco; 2) Ero in terza media, la prof d'inglese era una puritana tutta Oxford e biscottini e io e Claudio, il selvaggio della classe, prendemmo un topo morto in riva al fiume Lambro (topo vero, una vera pantegana) e il giorno dopo lo infilammo nell'ombrello molto british della prof; quando lo aprì, lei urlò in napoletano; 3) In quarta superiore andai in gita scolastica a Merano e fui arrestato perché assieme a due compagni, nel retro di una birreria, avevamo trovato un megafono e nottetempo circolato ubriachi avvertendo la popolazione che l'esercito italiano era alle porte; 4) Ero in quinta superiore e io e il mio compagno Dario raccogliemmo soldi tra i compagni per fare un regalo al prof che si sposava. Due giorni dopo il prof ringraziò per il bellissimo congelatore, che non esisteva: e infatti in serata io e Dario e il prof, che era d'accordo, ce la spassammo coi soldi in un night-club. Domanda: possibile che nelle scuole italiane accadessero queste cose? Risposta: sì, perché non esistevano i videofonini.