Fuori con «Gomorra» c’è anche Eastwood

«Gomorra» è in buona compagnia: l’Academy quest’anno ha ignorato molti film, registi e interpreti sui quali fino a poche settimane fa chiunque avrebbe puntato e così nella notte degli Oscar mancheranno nomi come Clint Eastwood o film come «Hunger», «Frozen river» e «Rachel getting married» che in molti pensavano di vedere nelle selezioni finaliste.
L’esclusione del film di Matteo Garrone tratto dal best seller del giornalista e scrittore napoletano Roberto Saviano ha sconcertato molti, ma a Hollywood non ha fatto notizia come quella di Clint Eastwood che era pronto a candidarsi per la migliore regia con ben due pellicole: «Gran Torino» e «Changeling».