Fuori i soci minori da Hvb e Bank Austria

Unicredit

Il consiglio di amministrazione di Unicredit ha approvato il processo di acquisizione delle quote di minoranza Hvb e in Bank Austria Creditanstalt (Ba-Ca), istituti di credito di cui Unicredit è azionista di maggioranza. Lo si apprende da una nota diffusa dalla stessa società. L’operazione, chiamata «squeeze-out», è prevista dalla legislazione tedesca e austriaca che permettono all’azionista di maggioranza sopra una certa quota di estromettere i soci di minoranza dietro il pagamento di un corrispettivo in contanti adeguato. «Questo è un passo naturale verso un’ulteriore integrazione del gruppo che porta benefici per clienti, azionisti e dipendenti», è il commento dell’ad di Unicredit Alessandro Profumo. Per la Hvb, di cui Unicredit possiede il 95%, l’operazione avrà luogo nel cda del prossimo 16 maggio, mentre per la seconda banca, di cui piazza Cordusio possiede il 94,98%, l’appuntamento è per il 3 maggio.