Fuori dalla notizia Nasce un Facebook davvero fantasmatico

Le notizie non muoiono sulla carta, né nell'etere, né in Rete. Sopravvivono altrove. Dove, non si sa. Proviamo a immaginarlo

Le notizie non muoiono sulla carta, né nell'etere, né in Rete. Sopravvivono altrove. Dove, non si sa. Proviamo a immaginarlo.

La notizia. Un professore dell'Università inglese di Hereford ha lanciato un concorso on line chiedendo agli appassionati dell'occulto di sottoporgli «autentiche» foto di fantasmi. Quella più convincente è stata pubblicata oggi da diversi giornali britannici. Scattata nel castello scozzese di Tantallon, nei pressi di Edimburgo, l'immagine mostra una figura eterea con indosso un abito di corte che si affaccia da una delle finestre del castello dove, afferma il Times, intorno al 1520 venne imprigionato re Giacomo V. Che sia lui lo spettro? si chiede il giornale.
Il professor Richard Wiseman, docente di Psicologia, ha assicurato di non credere ai fantasmi e sostiene di aver lanciato il concorso «solo per gioco». La risposta, però, pare sia stata impressionante e le foto arrivate nella sua casella postale sono state decine e decine. Alcune erano palesi contraffazioni realizzate con software di ritocco fotografico, ma altre erano «indubbiamente interessanti» e una cinquantina, sulla base delle preferenze espresse on line da circa 250mila persone, sono state pubblicate su un apposito sito. Quella finita oggi sui giornali è risultata la migliore con il 39 per cento delle preferenze e gli esperti informatici cui Wiseman l'ha sottoposta assicurano che non è stata manipolata. È vero che la strana immagine potrebbe essere stata un'illusione ottica provocata da un gioco di luce. Il Times però ricorda che, in ogni caso, in Gran Bretagna il 30 per cento della popolazione crede ai fantasmi e il 10 per cento sostiene di averne visto almeno uno. (fonte: Ansa, 27 marzo 2009)

Fuori dalla notizia. «Adesso basta. Questi signori la devono smettere di diffondere notizie false e tendenziose sulla nostra comunità. Il caso-Tantallon è la goccia che ha fatto traboccare il vaso della nostra pazienza. Non ne possiamo più di tutte le voci che si rincorrono, di tutte le ironie, di tutte le cervellotiche ricostruzioni sulla reale o meno presenza di nostri affiliati in questo o quel castello, in questa o quella villa. D'ora in poi chi desideri conoscere la verità su di noi non dovrà far altro che visitare il sito www.realy.ghost, l'unico punto di riferimento ufficiale per tutti i fantasmi del mondo. Il nostro dominio è il più sicuro di tutti, vaccinato contro ogni tipo di virus umano e, soprattutto, privo di pubblicità. Su www.realy.ghost, che sarà attivo da domani, si trovano i profili dei nostri soci e i link con le leggende autenticate dall'Ufficio Spettri che ha sede a Edimburgo. Firmato: re Giacomo V, direttore marketing della Ghost Entertainment».