Il fuori onda di Sarkò:"L'Europa paga caral'ortodossia tedesca"

Un nuovo fuori onda "inguaia" il presidente francese: "Il problema è la governance europea". Poi la stilettata contro la Merkel: "Paghiamo cara l’ortodossia tedesca"

Non è certo la prima volta che il presidente francese Nicolas Sarkozy si lascia andare durante un fuori onda e che il contenuto delle sue dichiarazioni gli provochi un forte imbarazzo. Secondo quanto si legge sul settimanale satirico Le Canard Enchaine, sempre molto informato sui retroscena dell’Eliseo, Sarkozy avrebbe detto che nell’attuale crisi economica che scuote i Paesi dell'Eurozona "il problema è la governance europea". E fin qui, tutto bene. Un concetto che il presidente francese ha avuto modo di ripetere diverse volte durante i trilaterali con la cancelliera tedesca Angela Merkel e con il premier Mario Monti. Poi, però, la stilettata: "Paghiamo cara l’ortodossia tedesca". L'ha detto rigorosamente off the records, però l'ha detto. E questo è quello che conta.

Un altro fuori onda di Sarkozy aveva spinto l'Eliseo a scusarsi a destra e a manca per evitare imbarazi istituzionali. Allora (erano i primi giorni di dicembre del 2011) Sarkozy era forse sotto pressione per le continue minacce delle agenzie di rating di declassare il rating "AAA" della Francia, adesso risente forse del pesante downgrade deciso venerdì scorso da Standard & Poor's. Allora se l'era presa un po' con tutti i capi di Stato del Vecchio Continente, oggi soltanto con la Merkel. "Il problema è la governance europea", avrebbe affermato Sarkozy rivolgendosi ad alcuni consiglieri all’indomani della decisione di Standard & Poor’s di declassare la Francia, lo scorso 14 gennaio. "Paghiamo cara l’ortodossia tedesca - avrebbe ribadito il presidente francese - da mesi, non smetto di ripetere che la Bce deve avere un ruolo maggiore e non può giocare a nascondino. E' questo il cuore del problema".

A dicembre, dopo la trilaterale con Monti a Strasburgo, Sarkozy era infuriato per il "no" della Merkel al rafforzamento del ruolo della Bce. "Merkel ci crea un gran casino in Europa. Diventa complicato. Ci sta facendo correre verso la catastrofe", aveva sbraitato il presidente al termine dell'incontro. Lo scorso luglio, un altro fuori onda aveva "imbarazzato" Sarkozy: "L'egoismo tedesco è criminale: mantiene viva la crisi".