È fuori pericolo la bimba bulgara

Nonostante il ricovero in «coma indotto» al San Raffaele, non dovrebbe correre pericolo di vita, o di menomazioni, la bimba bulgara di otto anni feritasi l’altra sera nel negozio Conbipel di corso Vittorio Emanuele. La piccola, che era insieme alla madre, altre due donne e due bimbe, si era aggrappata al corrimano della scala mobile, portata a 5 metri d’altezza per poi cadere al suolo. I primi accertamenti della polizia escluderebbero la responsabilità del negozio.