FUORIGIRI

Il 5 marzo
In edicola «Ginevra, attacco alla crisi»
«Ginevra 2009, attacco alla crisi» e, sopra il titolo, un disegno di Chiostri che ritrae l’amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, intento a trasformare Suv e pick-up della promessa sposa Chrysler in vetture più compatte e rispettose dell’ambiente. È la copertina del dorso di 36 pagine, curato da Pierluigi Bonora, che sarà allegato a «il Giornale» del prossimo 5 marzo. All’interno tutte le novità del Salone internazionale di Ginevra, presentate dalle firme che solitamente trovate su queste pagine. Un ampio spazio è anche dedicato ai responsabili delle pubbliche relazioni delle case automobilistiche che affrontano il problema della comunicazione in tempo di crisi. Nella stessa pagina, Walter Brugnotti e Luca M. Apollonj Ghetti, da alcune settimane in pensione, raccontano la loro esperienza alla direzione delle pr di Citroën e General Motors Italia.
Mercedes Milano
La filiale accelera

Exploit del «Center»
I risultati di Mercedes-Benz Milano confermano l’andamento positivo della filiale milanese con 12.687 unità vendute, tra vetture, veicoli commerciali e industriali. Le consegne di auto e altri mezzi nuovi hanno registrato un più 13,4% rispetto al 2007. Il settore dell’usato ha ottenuto un incremento complessivo del 6,1% delle vendite tra vetture e camion. Rispetto al 2007, il volume delle vendite è cresciuto complessivamente del 10,7%. «Per Mercedes-Benz Milano il 2008 è stato un anno particolarmente importante e di grande successo - ha dichiarato l’ad Stefan L. Randak (nella foto) - e relativamente all’area milanese, Mercedes-Benz Cars chiude il 2008 con una crescita complessiva del 19,1% e un aumento delle vendite pari all’8,8% nell’usato». Il più importante contributo al successo di Mercedes-Benz a Milano è stato fornito dal nuovo Mercedes-Benz Center, inaugurato ad inizio 2008. Sono ben 75mila le persone che nel primo anno lo hanno visitato.