Fuoripista fatale, sciatore perde la vita in Trentino

Il gravissimo incidente avvenuto nel bresciano non è purtroppo l’unica tragedia legata a una valanga avvenuta ieri sulle montagne italiane. Dopo i due ragazzi che facendo snowboard sabato erano morti a Livigno, ieri un altro sciatore ha perso la vita. È successo in Trentino. La vittima è stata travolta da una valanga mentre sciava fuori pista a Marilleva. Aveva lasciato la pista del Doss de la Pesa per lanciarsi con gli sci fuori dal percorso battuto, nella neve fresca. Sono stati proprio gli spostamenti del manto nevoso non battuto causati dai due sciatori a provocare lo smottamento iniziale che ha dato poi vita alla valanga.
La vittima si chiamava Angelo Sverzellati, aveva 57 anni e abitava a Piacenza. A chiamare i soccorsi è stato l’amico che si trovava con lui, scampato alla slavina.
Ai soccorritori non è rimasto altro da fare che constatare la morte dell’uomo, avvenuta sul colpo. Sempre ieri verso le 13, una valanga è caduta in val Venosta, in provincia di Bolzano, seppellendo la 31enne Petra Lazzari, di Rablà; la sollecitudine dei soccorsi ha consentito di salvare la ragazza, che ha riportato solo un forte stato di choc e che è stata trasportata, per verifiche, dall’ospedale di Merano.