Furto all’Acquario: rubati due colibrì

Furto all'Acquario di Genova: ignoti hanno rubato due esemplari di colibrì, entrambi maschi, della specie Colibri coruscans, protetta secondo la Convenzione internazionale di Washington. Il furto è stato denunciato ai carabinieri.
Il colpo è stato compiuto commettendo un'effrazione: i due uccelli, momentaneamente separati dagli altri colibrì che si trovano in una sala espositiva, erano mantenuti in una delle gabbiette nel retro vasca per ricevere cure e diete speciali. Il lucchetto che assicurava la chiusura è stato forzato e aperto per prelevare i due animali.
Gli addetti alla sicurezza della struttura stanno visionando i nastri delle telecamere che monitorano 24 ore su 24 il percorso espositivo per verificare se siano state girate delle immagini che riprendono gli autori del furto.
Detti anche «bacia fiori», i colibrì sono i più piccoli uccelli al mondo. I maschi adulti hanno un piumaggio iridescente verde e blu. Capaci di restare sospesi a mezz'aria per un tempo incredibile, riescono a raggiungere un'elevata velocità in volo, fino a 70 km/h.
Nessun altro uccello sul Pianeta riesce a battere le ali più velocemente di loro: da 500 a 1000 volte al minuto. Proprio per questo motivo hanno un metabolismo molto alto per il quale necessitano di nutrirsi molto frequentemente di piccole quantità di zuccheri e proteine, fornite all'Acquario di Genova attraverso la somministrazione di nettare e insetti.
Lo staff acquariologico e veterinario della struttura si augura che chi ha portato via gli animali abbia le conoscenze sufficienti a garantirne la sopravvivenza.