Furto nella Sinagoga: quattro arresti in Israele

Presi quattro israeliano due giorni dopo il furto del "tesoro" del tempio. .Oltre agli arredi sacri di notevole valore è stata anche trovata la
chiave d’oro che chiudeva l’armadio in cui erano custoditi

Quattro persone sono state arrestate perchè ritenute responsabili del furto di arredi sacri accaduto due notti fa alla sinagoga di Milano. La refurtiva è stata recuperata in Israele. Dopo il furto i quattro erano tornati appunto in Israele passando per la Francia. Gli arrestati sono tutti israeliani. Oltre agli arredi sacri, di notevole valore trafugati dalla sinagoga milanese è stata anche trovata la chiave d’oro che chiudeva l’armadio in cui erano custoditi.

In sinagoga sarebbero state due le persone ad entrare in azione per rubare gli oggetti sacri. Una delle due persone sarebbe entrata in sinagoga munita di borsa mentre un complice l’attendeva in auto. I ladri sono poi andati in Francia in macchina. Da qui, a bordo di un aereo, hanno raggiunto in Israele dove li attendevano due complici che sono stati anch’essi arrestati. La notizia del ritrovamento degli oggetti è stata confermata dal presidente della comunità ebraica di Milano, Roberto Yarach. L’età degli indagati va dai 21 ai 23 anni mentre i carabinieri, che hanno svolto le indagini in collaborazione con l’Interpol e con l’aiuto della comunita ebraica milanese, non confermano la presenza di una quarta persona fermata, anche se, a quanto si è saputo, il "giro" delle persone coinvolte potrebbe essere più ampio.