Fusione Atm-Gtt: Milano e Torino stringono i tempi

Quindici giorni per dire sì o no. Ma tra i sindaci di Milano e Torino l’accordo per la fusione tra le rispettive società di trasporto pubblico locale, Atm e Gtt, sembra vicino. L’unico nodo, ammette Sergio Chiamparino dopo l’incontro ieri a Palazzo Marino con Letizia Moratti, «è la governance, ma le distanze non sono inconciliabili. Ci sono due-tre ipotesi sul tappeto che stiamo analizzando e tra due settimane faremo la scelta definitiva». Ci sono due aziende, spiega il sindaco di Torino, «con valori patrimoniali diversi, ma bisogna garantire una pariteticità di controllo e c’è la volontà di arrivare a un’opzione che garantisca questo equilibrio». La fusione, ricorda, porterebbe a un risparmio di circa 42 milioni di euro l’anno da reinvestire in potenziamento dei servizi, migliorare velocità, comfort e sicurezza dei mezzi».