Fusione At&t-Bellsouth

Una delle quattro Baby Bell, la Bellsouth, entra nella galassia At&t, con un’operazione da 67 miliardi di dollari, la maggiore mai realizzata nel mondo delle tlc dalla nascita - era il 2000 - di Verizon, e tra le più grandi di tutti i tempi, seconda solo alla fusione Sanofi-Aventis da 73 miliardi di dollari. Una maxi-fusione che creerà un nuovo colosso Usa nelle tlc, presente in 22 dei 51 Stati americani, da una capitalizzazione di borsa di 150 miliardi di dollari, ben superiore al suo futuro principale concorrente, Verizon (93 miliardi di dollari) L’operazione, che ha già ricevuto il via libera dei rispettivi cda ma che deve ancora ricevere quello delle assemblee degli azionisti e delle Autorità competenti, prevede un valore delle azioni Bellsouth di 37,09 dollari ad azione, comprendente un premio del 17,9% sulla chiusura di Borsa di venerdì scorso. Gli azionisti di Bell riceveranno 1,325 azioni At&t per ogni titolo detenuto nella società. Con la fusione, che si prevede sarà conclusa entro un anno, si uniranno tre «società: At&t, Bellsouth e Cingular Wireless.