La fusione perfetta dell’ellisse e dell’ottagono

Una «prima» assoluta nella lunga storia dell’orologiera svizzera. Stiamo parlando dell’unificazione, sotto l’egida di Bulgari, delle manifatture di Le Sentier Daniel Roth & Gérald Genta, celebrata ufficialmente al Salone mondiale di Basilea. Primo risultato del «matrimonio», una nuova famiglia Bulgari che riprende i tratti distintivi di ciascun marchio. Per esempio, le massicce casse ottagonali di Gérald Genta, o quelle dal design ellittico proprie di Daniel Roth. Il tutto abbinato a complicazioni orologiere di altissimo livello. A cominciare da quelle dell’Octo Bi-Retro Steel Ceramic, la cui anima sportiva è testimoniata dai materiali scelti per la cassa: carrure in acciaio e lunetta in ceramica satinata «chiodata», con corona incastonata con un cabochon in onice. Ad animarlo, il movimento di manifattura Gg7722, che indica l’ora saltante attraverso una finestrella e i minuti e la data retrogradi tramite lancette sovrapposte. Altro modello della collezione Gérald Genta-Bulgari è l’Octo Chronographe Quadri-Retro, il cui calibro allinea quattro funzioni retrograde associate all’ora saltante attraverso una finestrella a ore 12, nonché ai grandi secondi del cronografo, ubicati a ore 6 in posizione di stop/start. Ci sono poi due esemplari della esclusiva categoria degli orologi capaci di trasformare la corsa del tempo in suoni: l’Octo Répétition Minutes Retro, a ora saltante e visualizzazione retrograda con cassa in oro bianco, e l’Octo Grande Sonnerie Tourbillon. Il suo cuore è il calibro Gg31002, dotato di doppio bariletto e di ben 863 componenti. I quattro gong sono realizzati con una lega d’acciaio specifica, il cui diametro si avvicina a quello di una corda di pianoforte, grazie alla quale l’orologio può suonare anche la melodia del Big Ben. Tra le novità firmate Daniel Roth-Bulgari, invece, figurano l’Endurer Chronosprint, con cassa in acciaio e un calibro Dr1306 che batte al ritmo di 28mila alternanze orarie e visualizza ore e minuti su un asse leggermente decentrato, e il piattissimo Tourbillon Lumière (la platina ha uno spessore di appena 3,48 mm), un capolavoro di trasparenza dove è possibile osservare il movimento del tourbillon ad ancora in linea, composto da 82 pezzi. Chiude la collezione il Tourbillon Chronographe Rattrappante, il cui movimento di manifattura calibro Dr8300 è ospitato in una cassa a doppia ellisse in oro rosa.