«Fusioni bancarie ondata in arrivo»

Grazie alla «maturazione del fenomeno delle concentrazioni» le banche europee sono pronte «a una nuova ondata di operazioni di aggregazioni transfrontaliere capaci di favorire la creazione di un unico ed efficiente mercato finanziario». Lo sostiene l'amministratore delegato di Unicredit, Alessandro Profumo, nell'introduzione al libro di Finmonitor curato da Andrea Resti (Università Bocconi) «Le fusioni bancarie. La lezione dell'esperienza» pubblicato da Bancaria Editrice. Profumo, nel suo intervento pubblicato dal mensile dell'Abi «Bancaria», scrive che «si tratta di un salto di qualità assolutamente necessario non solo al sistema economico e produttivo europeo, che già oggi richiede operatori finanziari dimensionalmente idonei a sostenere determinate esigenze economiche, ma anche allo stesso sistema creditizio europeo, che necessita di operatori capaci di recitare un ruolo attivo anche sulla scena mondiale ove si stanno affacciando nuove e importanti sfide e dove la competizione con le altre grandi banche si sta facendo sempre più aspra e selettiva».