Il futuro sullo spartito

Dal conservatorio alla professione, ecco i nuovi talenti della Milano che ha scelto la musica

Continua l’inchiesta sui nuovi talenti culturali e artistici del territorio lombardo. Dopo narratori e cabarettisti, è la volta dei concertisti. Non è un caso, dato che proprio in questi giorni ricorre il bicentenario del conservatorio milanese intitolato a Giuseppe Verdi. E dall’inchiesta emerge un dato evidente, che con una punta di cinismo definiremmo «abituale»: anche nel campo della musica classica, infatti, i talenti non mancano. Nostante le lacune di un Paese che riesce a fare davvero poco per loro.