Il Gabbiano chiude all’Excelsior l’epoca Capurro

da Rapallo

Rapallo, si chiude l'epoca Capurro e si apre l'epoca Campodonico, candidato alla carica di primo cittadino sostenuto da tutte le forze di centrodestra. È questo il principale significato politico della presentazione della lista civica Il Gabbiano che sabato sera, all'hotel Excelsior di Rapallo, ha svelato la sua squadra a sostegno di Mentore Campodonico (presente alla cerimonia insieme alla candidata alla presidenza della Provincia, Renata Oliveri). Due i motivi che attribuiscono a questa lista, nata 15 anni fa, un così importante significato politico. Primo: «in questi 15 anni abbiamo sempre saputo sostenere i candidati vincenti», spiega Francesco Errico, che aggiunge: «Questo perché la nostra lista riunisce centinaia di iscritti appartenenti a tutte le categorie sociali, dal medico all'avvocato, dall'operaio al piccolo commerciante. In questo modo abbiamo sempre saputo interpretare al meglio gli orientamenti e i bisogni della città». In secondo luogo perché é stato proprio il Gabbiano uno degli elementi che ha determinato la vittoria di Ezio Armando Capurro nel 2004 («Di fatto gli abbiamo dato una caratura politica che non aveva», sottolinea Errico). Un appoggio che allora era stato totale tanto sul programma quanto sulla persona. Ma l'idillio è durato poco, hanno spiegato sabato quanti si sono trovati in prima persona a lavorare a stretto contatto con Capurro. A partire proprio da Roberto Tosi, presidente del Gabbiano e all'epoca vicesindaco. Il primo a dimettersi dalla carica, seguito dall'assessore Zerega e dai consiglieri comunali Francesco Errico e Antonella Canessa. Il motivo: «Dovevamo opporci a quella persona che ha fatto della politica il mezzo per agire contro gli altri. Volevamo portare democrazia e partecipazione, ma non ci è stato permesso».
Andrà meglio questa volta, ne è sicuro Tosi che si ripresenta - come capolista del Gabbiano - insieme a Errico e Canessa. Gli altri sono tutti volti nuovi della politica: Ezio Ardito, Renato Barcucci, Laura Battini, Monica Carzoglio, Stefano Chiesa, Cristina Della Costa, Marisa Emanuele, Massimo Fazzini, Piero Pasquantonio, Walter Perrone, Daniele Rezzano, Maximiliano Solari, Alessandro Stella, Marcello Muscas.