Gabetti: «Nel 2008 lo scettro a Elkann»

«Entro la durata del mio mandato, dunque con l’assemblea del maggio 2008, prevedo di poter proporre John Elkann come mio successore». Lo ha detto in un’intervista al Corriere della Sera, il presidente dell’Ifil, Gianluigi Gabetti, secondo il quale la partecipazione in Intesa SanPaolo è «significativa ma non strategica. Se ci fossero opportunità importanti da finanziare, almeno in parte, potremmo attingere anche da lì». Gabetti definisce, inoltre, «intoccabile la partecipazione del gruppo Agnelli in Fiat» e osserva come «il Lingotto è ormai uscito dal tunnel».