Gabetti riduce la rete per contenere le perdite

da Milano

Gabetti riorganizza la propria rete per contenere i costi e rivede il piano strategico 2009-2011. Il cda ha deciso di chiudere la rete di agenzie di proprietà nel settore residenziale per puntare sul franchising. Nel prossimo triennio - spiega una nota - è previsto lo sviluppo di oltre 511 punti a cui se ne aggiungeranno circa 215 in sostituzione delle attuali 102 agenzie dirette, portando così il numero totale a oltre 2.300. Resteranno invece la rete diretta corporate (con la chiusura delle filiali meno efficienti), quella frazionamenti e cantieri e la rete nel segmento lusso Santandrea. La società spiega il cambio di rotta con il difficile momento del settore immobiliare che porterà a chiudere il 2008 con un Ebitda negativo per 10 milioni, senza considerare gli oneri straordinari per la ristrutturazione.
«Relativamente all’attività di agency residenziale - spiega l’ad Ugo Giordano - una rete in franchising presenta una struttura di costi e ricavi più stabile e meno esposta agli andamenti ciclici dell’economia e del mercato di riferimento». Dall’operazione, Gabetti si attende una riduzione dei costi di 32 milioni, di cui 27 milioni di costi fissi. Il personale della società sarà ridotto di circa 500 unità, e ai lavoratori verrà offerta la possibilità di affiliazione in franchising nelle zone in cui cesserà l’attività della rete diretta retail.
Con l’operazione di riorganizzazione Gabetti ha deciso anche di revocare il prestito obbligazionario convertibile (a 5 anni, 5,5%) deliberato a luglio per proporne uno nuovo dello stesso importo di 25 milioni. Cambiano alcuni particolari dell’operazioni come il fatto che il valore nominale per ciascuna obbligazione convertibile verrà calcolato applicando un premio di conversione del 20% alla media ponderata dei prezzi ufficiali di Borsa del titolo registrata nei sei mesi precedenti. Sospeso dalle contrattazioni per buona parte della seduta, il titolo Gabetti ha chiuso con un calo del 2,4%; in 12 mesi ha perso il 39%.