Gaffe coi russi McCain chiede soldi per errore all’ambasciata di Mosca

New York Imbarazzante errore dello staff della campagna del candidato repubblicano alla Casa Bianca John McCain. Ha inviato anche all’ambasciata russa presso le Nazioni Unite, a New York, una richiesta «urgente» di finanziamenti. L’ambasciata di Mosca al Palazzo di Vetro ha ovviamente risposto picche, non finanzierà la campagna elettorale del candidato repubblicano. Anzi, la curiosa sollecitazione urgente al capo della rappresentanza Vitaly Churkin e a numerosi diplomatici russi a New York è stata accolta con un certo sarcasmo e addirittura con un commento ufficiale del portavoce della sede, Ruslan Bakhtin. Le lettere ai diplomatici sono datate 29 settembre e non indicano nell’intestazione titoli ufficiali, un dettaglio che suggerisce l’ipotesi che si sia semplicemente trattato di un errore nei computer della campagna di McCain. «È ovvio che si è trattato di uno sbaglio - ha detto Bakhtin - normalmente questo tipo di appelli non vengono fatti circolare in sedi diplomatiche».