Gaffe di Riccardi: dimentica «esclusivo»

«Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della Nazione». Questa la formula di rito che i ministri hanno letto nel giurare davanti al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Tutti, meno uno. Andrea Riccardi. Il leader e fondatore della Comunità di Sant’Egidio, nominato alla Cooperazione internazionale e all’integrazione, ha omesso «esclusivo». «Un buon cristiano non è mai spergiuro e Riccardi non è voluto venir meno a uno dei comandamenti» dicono gli esperti . A sera lui spiega: «Non è stata una scelta intenzionale, ma una banale distrazione: ho alzato gli occhi per guardare Napolitano, ho perso il filo e ho saltato una parola».