Gaffe a ritmo di reggae Il Pd difende la festa dove si vende marijuana

La solidarietà è una bella cosa, ma solo quando data a proposito. Questo il succo di quanto espresso ieri dal sottosegretario Carlo Giovanardi ad Affaritaliani.it, circa la sospensione del festival reggae «Rototom», organizzato ogni anno a Osoppo (Udine). Il fatto è che gli organizzatori, destinatari di diversi avvisi di garanzia per presunte infrazioni alla legge Fini-Giovanardi (che disciplina la lotta alla droga) avrebbero annunciato la «morte» del festival, e avrebbero ottenuto la solidarietà di diversi esponenti Pd (Ignazio Marino e Debora Serracchiani) e personaggi del mondo dello spettacolo (Beppe Grillo e Moni Ovadia). «Consiglierei ai miei colleghi del Pd - ha detto Giovanardi - di scegliersi un’altra causa da difendere. Dal 2000 al 2009 al festival di Osoppo sono state arrestate per droga 340 persone, sequestrati 18 kg di marijuana e 11,5 kg di hashish».