Gaffe sulla salama: Rutelli finisce affettato dai ferraresi

da Roma

Salama letale per Francesco Rutelli (nella foto) che, con un paragone improprio, scatena l’ira di chef ed estimatori del prodotto, tipico di Ferrara. Durante un discorso tenuto, guarda il caso, alla Borgata Finocchio il candidato sindaco di Roma attacca Silvio Berlusconi, comparando l’insaccato con un dossier curato dal centrodestra e critico nei confronti dell’amministrazione capitolina, passata dalle mani di Rutelli a quelle di Veltroni. Documento che verrà distribuito ai romani. «A giorni arriverà la “salama” di Berlusconi, il libro che dipinge Roma come una città sottosviluppata - dice Rutelli - Ma noi non abboccheremo a questo tipo di polemiche».
Chi non abbocca alle polemiche è Silvio Berlusconi mentre si infuriano cittadini e buongustai di Ferrara, che si sollevano compatti contro Rutelli in difesa della loro salama. «Denigrare in questo modo il nostro fiore all’occhiello osannato da Mario Soldati e presidio Slow food è davvero un’esagerazione» attacca Igles Corelli, maestro della cucina d’autore e chef di una famosa locanda in provincia di Ferrara. Pure gli organizzatori della sagra della Salamina da sugo accusano Rutelli di «non conoscere la salama» e dunque lo invitano ad assaggiarla.