Gaffe della Ventura fuorionda: "Ivana Trump? La cornuta di Miami"

All’Isola dei famosi Luxuria fa la spia: "Belen si bacia con il marito della miliardaria". E Super Simo attacca. Rivelazioni: la fidanzata di Borriello e Rossano Rubicondi beccati in un dialogo sospetto

I naufraghi famosi, quelli dell’Isola, avevano previsto tutto, quasi tutto, la fame, la sete, il freddo, gli insetti, trovandosi poi là in mezzo al mar, e senza i camin che fumano, sapevano dell’onda ma mai potevano immaginare del fuorionda. Che sembra aver beccato in pieno sulla faccia bistrata e sul petto prosperoso la signora Ventura Simona, soubrette presentatrice e conduttrice del reality show che si sta per trasformare in una realtà poco spettacolare anzi delicatissima, made in Honduras ed esportata negli United States of America. Riassuntino veloce per chi non conoscesse i fatti di cronaca degli isolani a pagamento: pare, sembra, anzi parola di Luxuria Vladimir di Rifondazione comunista, dura e pura, sembra che l’argentina sinuosa e spigolosa Belen Rodriguez e l’italiano broccolino e barbuto Rossano Rubicondi siano stati sorpresi in atto d’amore, non si sa bene quale, forse un bacio, forse un inizio di petting, forse altro di non meglio identificato. E che, una volta beccati guancia a guancia, si siano precipitati presso la produzione dello show per cancellare i fotogrammi, le immagini, il documento della fuitina, anche perché la Belen sta in amore con il calciatore del Milan Borriello, e questo non sarebbe tragico, dico del flirt ovviamente, ma il Rossano porta la fede d’oro al dito avendo ingallato lady Trump Ivana, non so se mi spiego. Questo, fin qui, si sapeva, era andato in onda, tra pernacchie e incacchiature.
Ma ecco il colpo di scena e di scenografia. Dunque esisterebbe un fuori onda, audio e non video, dicesi un file, segnalato dal sito Reality House e rilanciato dalla Lucarelli Selvaggia nel proprio blog, che manderebbe in frantumi un matrimonio, oltre che eredità, conti correnti e affini. Si ode, non proprio nitida, la voce della Ventura che gracchia: «... sono contenta per la cornuta di Miami, guarda... ». Qualunque riferimento a lady Ivana è puramente voluto, seguono risate, parole preoccupate di un astante: «... qui sta per scoppiare un casino... » e ancora la Ventura che chiede perplessa ai villeggianti dell’isolotto chi mai abbia chiesto di tagliare, cancellare le immagini, un quiz con risposta già incartata, i due fedifraghi per intenderci.
Il pettegolezzo sta facendo crescere l’attesa per la prossima puntata del reality, uno spot a costo zero, un traino da mille e uno share; ma in contemporanea dicono che a New York e dintorni lady Trump sia stata informata, via internet tanto per cambiare, dal solito blogger, al secolo Perez Hilton. Il quale non avrebbe usato mezzi termini, anzi sarebbe andato al sodo: «... Rossano fucked another contestant on the show... », Rossano ha fatto sesso (ehm!) con una concorrente durante lo show. Nessuno sa farsi gli affari propri e sembra che lo studio legale della Ivana Trump abbia già richiesto il materiale scottante, audio, video, tutti i documenti utili e indispensabili per avviare la pratica, per aprire una vertenza, insomma per chiudere il rapporto tra la signora americana e il consorte nostrano. Ma, come nelle migliori commedie, Simona Ventura reagisce con lo stile che le appartiene, smentendo ogni cosa, o meglio dicendo che l’aggettivo «cornuta» era indirizzata a una sua amica residente a Miami, (beata lei, per il domicilio non per l’attributo) e che invece Ivana, «è una mia amica carissima, una donna forte che ammiro molto e non abita a Miami ma a New York». L’equivoco sarebbe stato così chiarito, è uno scambio di persone, il resto è robaccia giornalistica, anche perché l’Isola è grande e avrà una puntata in più.
Stavano dunque per incrinarsi ulteriormente i rapporti tra l’Italia e gli Stati Uniti, tra una gaffe e l’altra, ma se devo riferire altre malignità di corridoio, dico che secondo queste portinaie lady Trump sarebbe anch’essa sotto contratto Rai, pronta a entrare in scena perché l’Isola vuole farsi continente, approdare al trenta per cento di share,una strafamosa accanto ad altri famosetti, per esplodere prossimamente su questi schermi, non per lo spirito avventuroso da Robinson Crusoè dei suoi protagonisti (ad alcuni dei quali manca un venerdì più che Venerdì) ma per una storia internazionale, di corna ultraoceaniche, una tresca tra le frasche, chi l’honduras la vince, una serie di battute di livello alto per una vicenda di analoga cilindrata. Questo ci passa il convento, anzi l’emittente di Stato, tra un applauso e un pianto, una toccatina, un insulto greve, onda e fuorionda. Meglio la montagna.