Gaffe di Zapatero, crisi con l’Algeria

Il premier si avvicina al Marocco e Algeri aumenta del 20% il gas

da Madrid

Una gaffe politica di José Luis Rodriguez Zapatero irrita l’Algeria, che reagisce aumentando del 20% il prezzo delle forniture di gas alla Spagna. E tra i due Paesi scoppia una grave crisi che re Juan Carlos, in visita ad Algeri, tenta ora di risolvere.
Tutto è cominciato la settimana scorsa, durante la visita di Zapatero in Marocco. Il precedente governo conservatore di José Maria Aznar aveva stretto eccellenti relazioni con l’Algeria, alleato strategico della Spagna soprattutto nel settore energetico. Il premier socialista, appena arrivato al potere, ha cambiato linea politica, annunciando il suo appoggio alla proposta di autonomia per il Sahara Occidentale fatta dal Marocco e respinta invece da Algeri, che appoggia il movimento indipendentista del Fronte Polisario e chiede per l’ex colonia spagnola il diritto all’autodeterminazione.
L’Algeria ha reagito annunciando martedì un aumento del 20% delle tariffe del gas alla Spagna e creando un grave problema all’approvvigionamento elettrico del Paese e al governo socialista. Ora tenta di rimediare, con tutto il suo peso diplomatico, re Juan Carlos, da ieri in visita ufficiale ad Algeri, la prima da 24 anni a questa parte.