Gagliardi «Basta strumentalizzare il crocifisso»

«Vincenzi ha fatto male, un atteggiamento del genere l’avrei evitato ma la Lega come quelli del Pdl, devono smetterla di strumentalizzare il crocifisso». Fuori dal coro, come al solito, Alberto Gagliardi consigliere comunale del Popolo della Libertà («anche se non so più cosa sono, visto che non capisco dov’è la destra e dove la sinistra»), se la prende con le manifestazioni per la tutela del simbolo religioso nelle scuole. «Credo di potermi considerare un leghista della prima ora: denunciavo prima della nascita del Carroccio Roma ladrona verso Genova. A Roma, un tempo, tutti erano preoccupati dai successi “nordisti”, oggi non se ne curano più: sarà mica che quelli della Lega hanno fatto come i barbari e dopo tre giorni a Roma si sono “romanizzati”?». Gagliardi interviene con sottile ironia sui presidi del Carroccio su temi che, secondo l’ex sottosegretario, sono più adatti a movimenti di lotta che non a quelli di governo. Critiche che non mancano nemmeno per quella sinistra più radicale che, invece, ha esultato di fronte alla sentenza della Corte europea di giustizia: «A questa gente dico: perché non aboliamo il Natale - suggerisce il consigliere comunale -. La risposta è che si mangia per 15 giorni e, in questo caso, si può costringere i musulmani ad essere tolleranti».