Galà di beneficenza dei ristoratori per le popolazioni colpite dal sisma

Un Galà di beneficenza per i terremotati dell’Aquilano è stato organizzato per lunedì 25 maggio dall’Associazione ristoratori genovesi Fepag-Ascom nel salone del Maggior consiglio di Palazzo Ducale, apparecchiato per 350 persone: l’iniziativa, presentata ieri, si accompagna a un progetto che, in accordo con la Protezione civile, prevede la realizzazione all’Aquila di una «settimana dell’enogastronomia ligure», nel corso della quale gli chef genovesi cucineranno piatti tipici per le popolazioni colpite dal sisma. «È incredibile l’adesione spontanea di tanti ristoratori e vari sponsor - spiega il presidente dell’associazione ristoratori, Giorgio Bove -. Al Ducale ci saranno una quindicina di chef genovesi ai fornelli, mentre ai tavoli serviranno gli allievi della scuola alberghiera Marco Polo e l’Associazione sommelier».
Il menù, ancora in definizione, includerà cinque portate con carne e pesce, accompagnate da vini diversi e avrà un prezzo base di 50 euro. Prenotazioni entro il 22 maggio (call center 347.6473639). Altre offerte potranno essere versate sul conto corrente 949494, presso Banca Passadore, intestato a «Fepag-Ass. Rist. C/Galà Abruzzo». Durante la serata sarà possibile seguire l’andamento dei versamenti tramite e-banking. Allo studio dei ristoratori, intanto, è anche l’altra idea di «mettere su una tensostruttura all’Aquila per servire gratuitamente 300 pasti a pranzo e altrettanti la sera, cucinando cibi tradizionali liguri - come sottolinea il coordinatore del progetto, Matteo Losio - coinvolgendo i ristoratori di tutte le regioni italiane, in modo che ogni settimana ce ne sia una diversa».
Una iniziativa all’insegna dell’«Aperitivo della solidarietà», è annunciata anche da Fiepet Confesercenti «per sostenere la popolazione e le attività commerciali abruzzesi colpite dal sisma».