Galan: «E ora guai abbassare la guardia»

Venezia. Il presidente della Regione Veneto Giancarlo Galan esprime «grande preoccupazione» sia per il tentativo di incendiare il portone dell’abitazione di un dirigente della Digos di Padova, «che ha contribuito all’operazione contro le Br», sia per le scritte apparse sui muri dell’azienda di Vigonza in cui lavoravano alcuni degli arrestati. «Sono episodi minori ma che devono farci riflettere perché testimoniano che il pericolo è ancora in agguato», avverte Galan precisando: «Il nostro sistema di sicurezza ha portato a termine un’importante operazione contro il terrorismo ma ciò non deve farci abbassare la guardia. Restano ancora fiancheggiatori da individuare, complicità da stroncare. Gli ultimi episodi nel Padovano confermano la necessità di mantenere alta la vigilanza per salvaguardare lo Stato e la legalità democratica. L'Italia repubblicana deve dimostrarsi compatta».