Galan pellegrino da San Francesco per il made in Italy

Per carità, non si mescoli la religione con la superstizione. Però forse una preghierina a San Francesco per non far cadere il governo Giancarlo Galan l’avrà rivolta. Il ministro dell’Agricoltura, che mercoledì ha presenziato ad Assisi all’accensione del grande albero di Natale davanti alla basilica del «poverello», ha colto l’occasione di ricordare «il dovere di rispettare l’ambiente naturale e i beni paesaggistici italiani». In veste ufficiale, l’ex governatore veneto si è anche augurato che le mense italiane durante le festività siano imbandite con «prodotti di eccellenza nazionale». Un’autarchia natalizia che deve andare a braccetto con la serenità: «Serenità che spero sia fatta propria anche dalla politica», ha aggiunto Galan. San Francesco, d’accordo che tu parli agli animali e non ai deputati, ma convincili a non sfiduciare Silvio...