La galassia dei comunisti perde il compagno Bianchi

Compagni, addio. Lascia depositando una lettera sulla scrivania del segretario regionale del suo ex partito, i Comunisti italiani, e sigaro in bocca lascia la scena. Chiude la porta dando un ultimo sguardo alla bandiera falce e martello che piegherà nel baule, dicono i ben informati, per cominciare a sventolare quella vendoliana di Sinistra, Ecologia e Libertà.
È Tirreno Bianchi che abbandona, l’unico nella storia del Pdci ad aver centrato nel 2005 l’elezione in consiglio regionale tramite preferenze. Non uno qualunque. «Dopo lunghi anni di militanza e dopo aver ricoperto responsabilità a diversi livelli, elettivi e politici - capogruppo in Comune di Genova, in Regione (...)