Galeone furente: «Nell’Inter c’era un imbecille che ci sfotteva»

«È molto importante aver passato il turno ed essere arrivati ancora in finale di Tim Cup». Il tecnico dell'Inter, Roberto Mancini, commenta così la finale raggiunta. «Avremmo potuto vincere tranquillamente la partita, soprattutto sull'1-0 abbiamo avuto delle buone occasioni. Siamo contenti per esserci qualificati per la finale». Migliorano, intanto, le condizioni di Adriano: «Oggi si è allenato e sta un po’ meglio, vedremo venerdì». Senza freni. Giovanni Galeone è sceso in sala stampa e ha commentato con durezza il pareggio tra Udinese e Inter, «non tanto per il risultato o per la mancata finale quanto per gli imbecilli in campo. Che per tutta la partita non hanno smesso di irridere, parlare, sbeffeggiare i nostri giocatori, fare le battutine». Alla richiesta di precisare meglio, Galeone non ha fatto il nome (sarebbe Materazzi) ma ha ribadito: «In campo c'era un imbecille grande così, il più grande imbecille del mondo. Mi sarebbe piaciuto vincere 3-1 e fargliela vedere io. Solo per lui mi sarebbe piaciuto non per gli altri giocatori che hanno mantenuto un comportamento correttissimo». Materazzi smentisce tutto: «Ho una vecchia ruggine con lui, per questo mi sono imposto il silenzio. Ci sono anche le immagini tv».