Dal galeone alla storia del mare

Pier Luigi Gardella

Resterà aperta sino al 25 agosto, a Sori, la mostra «Opera Viva, arte e tecnica marinaresca». La mostra è allestita nei locali della Scuola primaria «Solimano» di Sori e raccoglie una straordinaria collezione di modelli navali realizzati da Tiberio Scognamiglio.
Capitano marittimo con alle spalle decenni di navigazione con le grandi compagnie, Scognamiglio ha realizzato, una volta in pensione, una serie di modelli navali che ripercorre la storia stessa della navigazione, dai Fenici ai grandi transatlantici. Questi modelli, che si possono ammirare nella mostra di Sori, sono un capolavoro di perfezione: realizzati completamente a mano, senza nulla di preconfezionato e sulla base di disegni di progetto, essi sprigionano tutto il fascino del modellino, allargando la fantasia sull'orizzonte marino aiutati dai dipinti che lo stesso Scognamiglio espone nella mostra. Anch'essi sono opera sua ed ovviamente sono dedicati al mare e alle navi.
Ma il bello della mostra sta soprattutto nei modelli navali: possiamo trovare il galeone San Giovanni Battista, costruito nel 1598 in Toscana e che fu concepito come una testimonianza dello spirito cosmopolita della città di Livorno, come il galeone inglese Golden Hind che nel luglio 1578, capitanato dal famoso corsaro inglese Francis Drake attraversò lo stretto di Magellano in soli 17 giorni. Troviamo le caravelle di Colombo accanto al mitico Rex, o alla piroga in giunco degli Egizi. L'accuratezza dei particolari unita alla fedeltà della riproduzione testimoniano l'impegno di Scognamiglio e la sua serietà professionale, spesso assenti nei dilettanti; come d'altra parte è confermato dal fatto che da ormai due anni scolastici Scognamiglio intrattiene i ragazzi delle Scuole elementari di Pieve Ligure con un ciclo di lezioni sulla storia della navigazione, insegnando loro a costruire un primo modellino navale. Il prossimo anno scolastico anche i ragazzi di Sori potranno usufruire di questo corso che li avvicinerà ad un mondo forse per loro sconosciuto ma senz'altro ricco di spunti utili ed interessanti.
La mostra è aperta con il seguente orario: tutti i giorni feriali dalle 10,30 alle 12 e dalle 17 alle 18,30. Nei giorni festivi dalle 17 alle 18,30.