Galleria Cadeo boccia le bandierine: «Effetto panni stesi, sono inadeguate al luogo»

«Brutti», anzi «inadeguati al luogo», quando c’è il vento poi si crea «un effetto panni stesi». L’assessore comunale all’Arredo urbano, Maurizio Cadeo, stronca le bandierine bianche con la scritta blu «Milano European Capital of sport 2009», appese per celebrare il titolo assegnato alla città la scorsa settimana a Bruxelles e l’avvio, dal 29 marzo al 5 aprile, del Campionato d’Europa di ginnastica artistica maschile e femminile. Un appuntamento clou che porterà al Forum di Assago almeno 30mila visitatori in arrivo da tutto il mondo.
Ma l’attenzione, per ora, si concentra sulle bandierine scelte per festeggiare il riconoscimento ottenuto da Milano: l’assessore Cadeo chiede di «toglierle», e si augura che in futuro «non vengano più usate in Galleria». La battaglia per il decoro dell’Ottagono segnerà una tappa importante giovedì: Cadeo attende dalla Soprintendenza il via libera ai nuovi dehors, tutti uniformi. Anzi, Cadeo si domanda «come mai sulle bandierine la Soprintendenza non si sia espressa».
Evita polemiche l’assessore allo Sport Giovanni Terzi: «Mi sembra esagerato. Se a Cadeo non piacciono, domani (oggi, ndr.) chiederò che vengano tolte».