Alla galleria Naviglio le stagioni di Battimiello

Fino al 26 maggio la galleria Naviglio (Alzaia Naviglio Grande 6) ospita la personale, patrocinata dalla «Fondazione Rodolfo Viola», del pittore Mario Battimiello. L’artista, nel suo percorso, ha attraversato una serie di momenti, ciascuno caratterizzato da una specifica ispirazione, legato a uno stato d’animo contingente. La dinamica della sua opera è quindi un viaggio tra sensazioni fortemente contrapposte: sofferenza, esaltazione, gioia. Nascono così periodi in cui l’artista si concentra sullo stile, sulla sperimentazione e sulla ricerca, oppure dominati dall’ introspezione o dal rapporto con la realtà, ma secondo un processo in continuo divenire, senza alcun «rimpianto o rancore» nei confronti del passato, anzi. Ciò che caratterizza l’arte di Battimiello, infatti, è proprio la crescita nella continuità, la ricerca dell’affinamento tecnico, secondo un percorso che non è solamente estetico e di maniera, ma principalmente interiore. Un cammino complesso, che, pur partendo dai necessari passaggi legati all’ambito accademico, procede mosso da irrefrenabili spinte interiori, dalla maturazione che si tramuta in esigenza di vedere non solo con gli occhi, ma anche con la mente e il cuore. La mostra, fino al 26 maggio, è aperta nei giorni feriali dalle 17.30 alle 23 e nel fine settimana dalle 10.30 alle 23.