Galliani: "Bekcham nostro Arriva al Milan a gennaio"

L'amministratore delegato rossonero dà l'annuncio ufficiale dell'ingaggio del centrocampista inglese che lascerà i Los Angeles Galaxy e sbarcherà a Milanello alla riapertura del mercato. Ancelotti soddisfatto

Milano - Per vedere se è ancora il miglior piede destro nato sotto la Regina (dopo George Best, naturalmente). Per fargli riconquistare la 7 della Nazionale inglese. Per stare in copertina anche se manca la Champions League. Per sponsor e merchandising. David Beckham da gennaio sarà a Milanello. Ma non solo per allenarsi. Il calciatore della nazionale inglese sarà tesserato dal Milan e sarà a disposizione di Carlo Ancelotti fino a fine stagione. E' ufficiale. Lo ha annunciato questa mattina l'amministratore delegato rossonero Adriano Galliani all'aeroporto della Malpensa prima di imbarcarsi con la squadra alla volta dell’Olanda, per il match della prima giornata del girone di Coppa Uefa che il Milan giocherà domani sera ad Heerenveen: "Arriverà? Sì, credo proprio di sì".

Come diceva Valdano David Beckham e il suo circo porteranno sicuramente ancora più attenzione sul Milan. L'inglese è al quinto posto nella classifica delle 100 celebrità del magazine Forbes. Davanti a lui solo Oprah Winfrey, Tiger Woods, Angelina Jolie e Beyonce Knowles. Come dice Jorge Valdano (ex centravanti dell'Argentina e ds del Real Madrid) dell'inglese: "E' due persone in una: è una persona quando gioca e un'altra nella vita. Fuori dal campo, come certi uccelli della Patagonia, fa una cagata a ogni passo. Ma durante i 90' mostra doti di concentrazione, buona capacità di partecipazione, abnegazione, solidarietà". Su questo secondo aspetta confidano i dirigenti e lo staff rossonero. Il mitico George Best, invece, aveva lasciato intendere che oltre al piede destro straordinario il ragazzo avesse pochino: "Non sa calciare col piede sinistro, non sa colpire di testa, non sa contrastare e non segna molto. A parte ciò è un buon giocatore".

Niente figurine "La nostra squadra è ultracompetitiva e resterà così com'è, ma Beckham è qualcosa di diverso e di intrigante. Il Milan non fa la raccolta delle figurine, il Milan è invece molto orgoglioso della politica che sta facendo. Siamo l'unico club in controtendenza: la gente va allo stadio a vedere il Milan. Non è un caso se 65mila persone vanno a vedere Milan-Sampdoria. Se i 65mila vanno allo stadio vuol dire che il Milan è un prodotto che piace. Beckham porterà un tifoso in più piuttosto che uno in meno". 

Fino a giugno "Resterà qui al Milan in prestito per qualche mese, ne stiamo parlando con il suo agente. Lo tessereremo per qualche mese e poi ripartirà". Beckham, attualmente sotto contratto con i Los Angeles Galaxy, ha chiuso in anticipo la sua stagione in Major League Soccer per l'esclusione della sua squadra dai playoff. Anche lo scorso anno Beckham lasciò gli Usa alla fine della stagione di Mls per tornare ad allenarsi in Europa, all'Arsenal, per conservare la forma fisica e mettersi a disposizione del ct Fabio Capello per le partite della nazionale inglese. "Beckham ha scelto il Milan" ha detto Galliani. Lo Spice Boy (che si è guadagnato il soprannome dopo aver sposato con Victoria Adams, ex delle Spice Girls) arriva a Milano a 32 anni.

Ancelotti contento Soddisfatto anche Ancelotti: "Per me sarà un piacere, Beckham è un atleta serio, un grande professionista. Se sarà disponibile per quattro mesi con noi ne saremo molto contenti. Se diventerà disponibile per il Milan, lo sarà evidentemente sia in Italia che in Europa".