Galliani a Monza sentito come teste

È durato un’ora e mezzo l’interrogatorio di Adriano Galliani ieri in Procura a Monza, sentito in merito ai presunti ricatti ai danni della società rossonera da parte di un gruppo di ultras. Galliani ha chiarito che, nell'organigramma della holding di via Turati, i contatti con le tifoserie sono di competenza della Milan Entertainment che gestisce la distribuzione dei biglietti, mentre lui stesso ha negato di aver mai avuto rapporti con i gruppi di supporter, aggiungendo di essere rimasto «stupito» dalle risultanze dell'inchiesta che vede il Milan come vittima.