Galvani entusiasma i romani

Lea Pericoli

da Roma

Gli Internazionali d’Italia sono iniziati sotto una buona stella, premiati come il miglior torneo del Tour Europeo per l’accoglienza riservata ai giovani. Il riconoscimento è stato consegnato a Pietrangeli. Il Torneo non è iniziato altrettanto bene per Andreas Seppi battuto da Youzny per 6-2,7-6. «Gioco bene in allenamento. In partita ho difficoltà di tenuta mentale - ha detto l’azzurro che nel secondo ha avuto due set points - avrei potuto vincere ma non avrei risolto il problema sul quale devo lavorare». Fuori anche due teste di serie: Liubicic n.3 battuto da Hrbaty 5-7,7-6,6-4. Blake n.7 eliminato da Serra per 6-4,7-6. Dopo aver applaudito l’elegante prestazione di Federer, facile vincitore sull’argentino Chela, i romani hanno ritrovato il loro patriottico entusiasmo seguendo le gesta di Stefano Galvani - salvato dalla cecità grazie a un trapianto di cornea - che ha completato la corsa intrapresa nelle qualificazioni, superando Jiri Novak 6-4,6-3. Ed è passato anche Starace, che ha battuto 6-4, 6-1 il russo Tursonof. il Fuori invece Bracciali: un pizzico di convinzione in più gli avrebbe consentito di completare una stupenda partita contro Kieffer testa di serie n.13 risolta in favore del tedesco per 4-6,6-2,6-4. E fuori soprattutto Sanguinetti, battuto 6-4, 6-2 dallo spagnolo Martin.