Gambarini al Blue Note Caputo alla Salumeria

Prosegue e termina questa settimana, al Teatro Dal Verme, il festival Incroci Sonori. Stasera alle 21 il cortometraggio Meokgo e il combattente di Teboho Mahlatsi, al quale segue il concerto dei Gaia Cuatro, un quartetto nel quale pianoforte e contrabbasso provengono dall’Argentina e violino e percussiomi dal Giappone. Mercoledì il festival si conclude con il chitarrista americano Kurt Rosenwinkel. Nell’Auditorio di Bollate proseguono i concerti di Bass Is con l’Alt Trio di Andrea Lombardini al basso elettrico, Pietro Tonolo al sax tenore e Massimo Chiarella alla batteria. Domani alle 22 il Caffè Doria (viale Doria 22) ospita una band internazionale con Teddy Fullick tromba, Luciano Invernizzi trombone, Evan Christophe clarinetto, Guido Cairo pianoforte, Pierre Luc Puig contrabbasso e Barry Martin batteria; giovedì si ascolta il blues di Les Getrex e i Magic Rooster. Il cartellone del Blue Note è dedicato a due fra le voci più importanti del jazz di oggi. Domani e mercoledì canta in quartetto Roberta Gambarini, giovane torinese emigrata da dieci anni negli States dove ha fatto collezione di premi prestigiosi. Giovedì e venerdì è di scena Karrin Allyson in quartetto. La Salumeria della Musica (via Pasinetti 2, ore 22) annuncia per mercoledì e giovedì la voce e la chitarra di Sergio Caputo in quintetto con Giulio Visibelli ai sassofoni; venerdì il pianista Paolo Jannacci offre un omaggio alla fusion di Herbie Hancock anni Settanta.