Gamberale: «Le torri Wind c’interessano»

Il fondo F2i sta esaminando il dossier per la vendita delle torri di trasmissione di Wind e 3 Italia. Lo ha detto Vito Gamberale, amministratore delegato di F2i. «Siamo tra quelli che stanno esaminando il dossier», ha detto Gamberale, secondo quanto riferito da un portavoce. Per le 18mila torri in vendita è prevista una short list di 3-4 candidati nella prima settimana di novembre. La base d’asta prevista è di circa 2 miliardi di euro. In lizza, secondo indiscrezioni, ci sono diversi soggetti oltre al fondo F2i tra cui Digital multimedia technologies (Dmt), i fondi australiani Macquarie e Babcock & Brown, quelli statunitensi Tpg, Carlyle, gli spagnoli di Abertis e i Benetton tramite Atlantia (ex Autostrade). È probabile, secondo le fonti, che vengano formate delle cordate fra i soggetti in gara. Mediaset invece ha confermato nei giorni scorsi di non essere interessata. La partecipazione era stata richiesta da Wind, da Autostrade e dal fondo Clessidra.