Dal GameCube alla Psp boom dei giochi portatili

Nintendo e Sony si contendono il primato nelle console da tasca

da Milano

Gli appassionati di videogame hanno la possibilità di scegliere tra una gamma vasta di console portatili per giocare davvero ovunque. Il primato in questo settore è naturalmente, della Nintendo, presente sul mercato con diversi modelli. L’ultimo nato è il Game Boy Micro che funziona con i classici giochi su cartuccia. La batteria consente un’autonomia di 15 ore. Il prezzo è di 99 euro. Stesso prezzo, ma caratteristiche estetiche decisamente differenti per il game Boy Advance Sp che presenta un’inedita apertura a conchiglia. Più costoso, ma tecnicamente più complesso e ricco di opzioni il Nintendo Ds. Ha due display Lcd e costa circa 149 euro. Grande concorrente del Nintendo Ds è la Playstation portatile, Psp. Funziona con giochi caricati su Universal Media Disc (Umd). Si tratta di un disco ottico, simile ad un piccolo Dvd, ad alta capacità, del diametro di 6 centimetri che può contenere fino a 1,8 Gb di dati (un Dvd ne tiene fino a 4,7 Gb). Il prezzo è di 249 euro. Tra i due colossi, Sony e Nintendo, si sta facendo strada un terzo incomodo: Gizmondo, una console portatile di nuova generazione che consente di riprendere immagini tramite una fotocamera digitale integrata e di inviarle ad altri possessori dell’apparecchio, a telefoni portatili e Pda. I giochi sono su card SD. Costa 230 euro.