Gara tra auto in pieno centro Un indagato

Strade cittadine usate come una pista di Formula Uno, con il rischio di investire passanti o scontrarsi con altre auto. Una corsa illegale, in pieno centro a Milano, che è costata a Francesco Giuseppe S., 39 anni, una denuncia. All’uomo, indagato dagli agenti del commissariato Sempione, è stato contestato il divieto di gareggiare. Inoltre: patente sospesa, da uno a tre anni, e sequestro della sua Bmw 320.
Sull’auto, oltre al «pilota» anche il figlio di 16 anni e un suo amico della stessa età. A farla franca, invece, le sue rivali. Si tratta di due ragazze, a bordo di un Bmw M3 targata San Marino, ancora ricercate dai poliziotti. Il via è scattato, poco dopo le 18,20 di ieri, in corso Sempione, in piena ora di punta con il traffico alle stelle. Poi, incuranti del traffico e dei marciapiedi usati come pista, il duello è continuato in via Moscati, via Canonica fino in via Sarpi dove gli agenti hanno bloccato uno dei due «duellanti».
Un chilometro e mezzo a tutto gas, poi l’uomo, che vive a Quarto Oggiaro ed è già noto alle forze dell’ordine, è tornato a casa a piedi, tenendo per mano il figlioletto.