Una gara culinaria tra cuochi-detenuti

Una gara di cucina inusuale. Con un fornelletto da camping trasformato in forno, con coperchi di scatole di tonno appositamente bucherellati per essere utilizzati come grattugia, con coperchi di barattoli di latta al posto dei coltelli. È quella che oggi vedrà impegnati 36 detenuti del carcere di Rebibbia, nell’ambito della V edizione di «Incontro tra i popoli», gara gastronomica di cucina internazionale e regionale. I detenuti, italiani ma anche cileni, peruviani e greci, divisi in 19 squadre, cucineranno i piatti tipici dei loro paesi d’origine utilizzando i pochi strumenti che hanno a disposizione in cella.