La gara per il lordo fa il pieno di emozioni

In contemporanea alla gara di Milano, ad Albarella si è giocata la seconda semifinale di ripescaggio. Per tutta la mattinata l’aria fresca è stata un tocca sana per i giocatori in gara; nelle ore più calde la temperatura - decisamente estiva - è stata mitigata dal vento. Un sollievo che ha però reso più difficile la gara, complici i green capaci di dar filo da torcere anche ai più esperti.
I primi giocatori hanno concluso le 18 buche nel tempo record di quattro ore e mezza e quasi subito è arrivato il risultato vincente, un bel 89 netto della padovana Alet Edizioni. «Il 2006 è stato un anno di tanto lavoro e poco golf – ha commentato il capitano Andrea Stefanato – e durante la stagione abbiamo giocato una sola gara a Lignano, dove per un soffio non siamo andati a podio. Abbiamo trovato il campo in ottime condizioni, ci siamo alternati bene… Unico “inconveniente”, io ed il mio compagno grazie alla performance ci siamo abbassati di 4 e 3 colpi. Questo significa che dovremo faticare di più in finale».
La veronese La Quinta Scavi e Trasporti con 87 punti ha cercato di insidiare la vetta della classifica, ma si è dovuta accontentare del secondo posto; terzo gradino per Minerva 2000 con 85. Decisamente più aperta la lotta sul lordo che si è conclusa con ben tre squadre a pari merito, grazie alle migliori seconde nove buche la vittoria è andata alla squadra romana the Shenker Method, così commenta Gianantonio Pennino «campo davvero carino, in buone condizioni. Per la squadra una vera gioia quella di essere arrivati sino alla finale e aver trovato così lontano da casa, la giornata giusta per salire sul podio».
Maria Dora Bruno di Belmonte con 43 si aggiudica il premio per le migliori prime nove, Artelec Light con un ottimo 47 netto vince le migliori seconde nove mentre la brava Barbara Vianello di Caffè del Doge si aggiudica il Driving Contest. Per molte delle squadre presenti, provenienti dal centro Italia, da Perugia, da Roma, da Arezzo, la conoscenza del green di Albarella si è rivelata una vera piacevole scoperta. Certamente per il bel campo, caratterizzato anche dalla presenza di numerosi daini. Ma, più in generale, per la peculiarità dello scenario di Albarella, una location che offre la pace e la tranquillità di un’isola privata.
Le 20 squadre finaliste potranno godersi una meritata crociera sul Mediterraneo dal 22 al 29 ottobre. I top team selezionate per questo evento saranno accompagnati dai numerosi ospiti che si diletteranno tra golf e cultura, godendosi il relax e il comfort di un viaggio in nave.
Per gli organizzatori della Absolute Golf il mese di ottobre non sarà comunque di solo riposo. L’attesa per la finale, con la definizione degli ultimi dettagli sarà affiancata dall’intensa attività di programmazione per la prossima stagione.