Una gara per il pontile della Tirrenia

L’area di banchina portuale «Ponte Libia» sarà assegnata, in via transitoria per circa sei mesi, fino al 28 febbraio, con un bando di gara. La sezione di porto, in concessione alla Tirrenia, dopo il sequestro penale da parte dell’autorità giudiziaria era stata affidata all’Autorità portuale che ha cercato di garantire, durante questo periodo, l’operatività di banchina. Ieri il Comitato portuale genovese ha approvato la delibera con cui si avvia la procedura di assegnazione. Il bando sarà pubblicato a giorni, mentre la data ultima per presentare la domanda è fissata per il 25 agosto. Tuttavia sono state previste delle clausole di salvaguardia: nel caso ci fosse un pronunciamento della Cassazione a favore di Tirrenia, questa rientrerà in piena disponibilità dell’area. Ha detto il presidente dell’Authority Luigi Merlo: «È un segnale forte e di trasparenza per indicare che da ora in poi la gestione del porto di Genova sarà portata avanti solo attraverso gare e nel rispetto della competitività di mercato».