Gara a squadre agli austriaci

Åre. L’inutile gara a squadre ha regalato all’Austria il terzo oro di un Mondiale che per essa rimane deludente. Otto prove, quattro di superG e altrettante di slalom, quattro maschili e quattro femminili, e le aquile ne hanno vinte la metà, una solida base per tenere a distanza Svezia (argento) e Svizzera (bronzo). Italia tra il discreto e il mediocre nelle gare veloci, tra il mediocre e il nulla in quelle tecniche. Ottava piazza finale (su 11 nazioni in gara) per Costazza, Merighetti, Blardone, Innerhofer (richiamato dall’Italia in pulmino, è giunto ad Are alle tre del mattino di sabato) e Thaler.