Il garante Pluralismo in tv: tg più attenti al Pd che al Pdl

Il 2009 inizia in tv all’insegna del pluralismo. Questo è il verdetto che emerge dalle rilevazioni di gennaio pubblicate ieri dall’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni, che nelle scorse settimane aveva chiesto equilibrio alle emittenti. Appello accolto, perché - stando al tempo di parola dedicato dai vari telegiornali alle forze politiche (per la prima volta anche SkyTg24 è inserito nell’analisi) -, il Pd ottiene più spazio del Pdl: 23,79% per Veltroni e compagni, 9,83% per il Pdl, 3,52% l’Idv, 3% la Lega e 2% l’Udc. Nel conteggio, però, non sono conteggiati gli spazi dedicati al governo (con i quali la maggioranza «recupera»). Nello specifico, il Partito democratico «vince» la sfida su tutti e tre i telegiornali Rai, sul Tg5, su Studio Aperto e sul tg di La7. Il Popolo della libertà, invece, ottiene più attenzione sul Tg4.