Garcia non si ferma più e a Shanghai diventa il numero due al mondo

Il tempo di chiudere la stagione 2008 con il Volvo Masters di Valderrama e resta appena il tempo di rifare le valigie per volare a Shanghai ed iniziare il nuovo Tour 2009, quel «Race to Dubai» che l’anno prossimo di questi tempi porterà nell’Emirato i migliori 60 giocatori dell’European Tour per una posta in palio senza precedenti: 20 milioni di dollari!
Malgrado la giornata di brutto tempo abbia fatto terminare solo nella mattinata di lunedì (ora locale) l’Hsbc Champions lo spettacolo non è certo mancato sul percorso del Sheshan International Golf Club. Con i migliori giocatori del Tour europeo, asiatico ed australiano più qualche americano di gran livello il torneo di Shanghai ha visto la vittoria di quello che attualmente è di certo il giocatore più in forma al mondo. Parlo di Sergio Garcia che solo tre settimane fa ha vinto sul suo campo del «Mediterraneo» in Spagna il Castello Masters e che a Shanghai dopo una bella rimonta nell’ultimo giro è riuscito a riagganciare il suo compagno di Ryder Oliver Wilson leader dopo le prime 54 buche e superarlo alla seconda buca di spareggio. Una vittoria che ha fruttato a Garcia 650mila euro di prima moneta ma soprattutto il secondo posto nel ranking mondiale dal quale ha scalzato Phil Mickelson detentore del titolo dell’Hsbc ma terminato quest’anno solo (si fa per dire!) all’ottavo posto. Alle spalle dei due «spareggianti» distaccati di un solo colpo lo svedese Peter Hanson e l’australiano Jeoff Ogilvy. A seguire lo svedese Stenson, leader dopo il primo giro e il sudafricano Schwartzel al fianco di un altro australiano di lusso Adam Scott.
Il Senior Tour europeo ha chiuso la stagione in Spagna con la disputa dell’Oki Castellon Senior Tour Championship. La vittoria, la prima quest’anno, è andata a Sam Torrance che sul percorso di Sergio Garcia - il già citato club de Campo del Mediterraneo - con un giro finale in 69 colpi ha superato sul traguardo di due lunghezze il suo più temibile avversario il cileno Angel Fernandez raggiunto alla piazza d’onore dal giapponese Tomori. Costantino Rocca leader con Fernandez dopo il primo giro ha perso terreno nella seconda giornata con un pesante 76 per poi rimontare nel giro finale dalla 27ª alla 9ª posizione. Meglio ha fatto Pippo Calì che chiudendo in 67 è risalito dal 43° al 13° posto. Malgrado il ritiro per problemi alla schiena dopo le prime nove buche dell’ultimo giro, Jan Woosnam, alla sua prima stagione tra gli «over 50» ha vinto l’ordine di merito nel quale Rocca figura al 9° posto e Calì al 27°.
Sempre in Spagna si è conclusa la fase due delle qualificazioni per ottenere la carta per il Tour europeo 2009. Quattro gli italiani che hanno trovato accesso alla fase finale che si giocherà - sulla distanza delle 108 buche pari a 6 giri - a Girona sempre in Spagna dal 13 al 19 novembre. I nostri quattro moschettieri al Pga Golf Club de Catalunya sono Michele Reale, il dilettante Federico Colombo, Nicola Maestroni e il giovane fiorentino Lorenzo Gagli autore di una gran rimonta nel suo ultimo giro.