Gare, Moretti e gli appalti difficili

Sono sempre contrastate le gare d’appalto delle Fs dell’ad Mauro Moretti (nella foto). Dopo i treni per l’alta velocità, anche quella aggiudicata ieri a un consorzio di imprese, composto da Almaviva, Ansaldo Sts, Engineering Ingegneria informatica e Telecom per la gestione dell’infrastruttura informatica delle Ferrovie del valore di oltre 850 milioni, non è stata una passeggiata. Nonostante l’importo interessante, in gara c’era un solo consorzio: quello di Almaviva e Telecom. Gli altri tre, capitanati da Ibm, Hp e Bt, erano usciti di scena un mese fa. Come mai? Ebbene la gara, almeno a sentire Ibm, Hp e Bt, sarebbe stata strutturata in modo che solo chi già gestiva il servizio (ossia Almaviva che ha rilevato direttamente da Fs la società che lo faceva) poteva avere interesse economico a partecipare. Il risultato: ora Ibm, Hp e Bt stanno decidendo su un possibile ricorso.