Garibaldi (Fi) critico su Iride

È scatenato il consigliere regionale di Forza Italia Gino Garibaldi. Sull’aggregazione tra Iride (ex Amga) e altre aziende di servizi di diverse città italiane, l’esponente azzurro punta l’indice contro le differenti valutazioni espresse dai sindaci di Genova e Torino (Vincenzi e Chiamparino) e così pure contro i timori legati alle incertezze dell’operazione, che preoccupano soprattutto i dipendenti.
L’altro punto su cui Garibaldi attacca la Regione senza mezzi termini è la sempre più dibattuta questione della battigia, gli ultimi 5 metri di spiaggia verso il mare. «La situazione sul libero accesso alla battigia si sta trasformando in un problema di ordine pubblico, e la colpa è della giunta Burlando, che non ha dato una chiara interpretazione alla norma della Finanziaria del 2007 in materia, come richiesto da tempo dalle Associazioni di categoria, la Fiba in particolare», tuona Garibaldi, ricordando come le campagne dei Verdi rischino solo di fare disinformazione e creare tensioni sulle spiagge.