Garlasco, interrogato Stasi Altro sopralluogo dai Poggi

A sorpresa a quattro mesi dall'omicidio di Chiara i carabinieri hanno compiuto una nuova serie di rilievi nella villetta del delitto. E nel pomeriggio Alberto è stato interrogato dal pubblico ministero

Garlasco - Nuovo interrogatorio nel pomeriggio in procura a Vigevano per Alberto Stasi il ventiquattrenne accusato dell’omicidio della fidanzata Chiara Poggi, assassinata il 13 agosto scorso nella sua villetta di via Pascoli a Garlasco. Il giovane è stato ascoltato dal pm Rosa Muscio intorno alle 15,30. L’interrogatorio è durato poco meno di un’ora. Al momento non si conoscono ancora le motivazioni della nuova convocazione di Alberto Stasi davanti al magistrato.

Sopralluogo È durata tutta la mattina, invece, un’attività tecnica di rilievo da parte dei carabinieri di Vigevano, nella villetta di Garlasco dove lo scorso 13 agosto è stata uccisa Chiara. Ad accorgersi che qualcuno era entrato in casa, non sono stati solo i genitori di Chiara ma anche l’intero vicinato in quanto questa mattina è scattata la sirena dell’antifurto. Si è scoperto così che erano entrati i carabinieri per effettuare alcuni rilievi di carattere generale su richiesta del pm. La nuova attività tecnica potrebbe proseguire anche nei prossimi giorni. Probabilmente è stata chiesta dal pm per incrociare o verificare alcuni dati emersi nelle relazioni consegnate una dai Ris e una dal loro comandante Luciano Garofano. Quando il pm avrà terminato questi ulteriori accertamenti probabilmente la famiglia Poggi potrà rientrare nella villetta.