Garlasco, profanata la tomba di Chiara

Un giovane è stato notato e bloccato da alcune persone e dal custode. I carabinieri: "Si tratta del gesto di un mitomane"

Garlasco - Ha tentato di profanare la tomba di Chiara Poggi, ma è stato bloccato da alcune persone che si trovavano all’interno del cimitero e dal custode. A compiere il tentativo di profanazione è stato un ventitrenne disoccupato. L’episodio è avvenuto nel pomeriggio di ieri a Pieve Albignola, in provincia di Pavia. Nel mirino del ragazzo la cappella della famiglia Poggi dove Chiara, uccisa a Garlasco il 13 agosto scorso, è stata sepolta. Erano le 17 circa, quando il ventitreenne, con problemi psichici secondo gli investigatori, ha tentato di entrare nella cappella ma è stato bloccato dai carabinieri. "Un gesto compiuto da un mitomane", tagliano corto i militari. Il ragazzo sarà denunciato all’autorità giudiziaria per tentato vilipendio di tomba.